IL PROGETTO GREEN GAS NETWORK

Pietro Fiorentini, Terranova e Reti Più prendono parte al progetto Life 2013, denominato "Life Green Gas Network", (Progetto n. LIFE13 ENV/IT/000536),  lo strumento finanziario dell'Unione Europea a sostegno dei progetti di azione ambientale, conservazione della natura e del clima in tutta l'Unione Europea.

Il progetto mira a dimostrare l'applicabilità di un nuovo sistema di gestione e controllo per la regolazione dei livelli di pressione nelle reti di distribuzione del gas naturale.

Verrà utilizzato un nuovo software per la gestione delle comunicazioni a distanza tra la rete e un centro di controllo e l'elaborazione dei dati in tempo reale, così da ottimizzare la pressione in ogni settore della rete. Tale sistema ha lo scopo di ridurre di almeno il 3% le emissioni di gas serra, dovute a perdite di gas dal sistema.

PERCHÈ IL PROGETTO GREEN GAS NETWORK?

Le reti di distribuzione di gas naturale sono soggette a perdite di gas nell'atmosfera, nei vecchi punti di giunzione tra i tubi e le valvole che compongono il sistema distributivo e in occasione di eventuali danni che possono occorrere, quali ad esempio scavi di terzi o automezzi che tamponano accidentalmente un allaccio: queste perdite inevitabili sono direttamente proporzionali alla pressione a cui viene mantenuto il gas in modo da assicurare i corretti standard di qualità del servizio ai punti di riconsegna a cui viene rilasciato.

Come bilanciare le due esigenze apparentemente contrapposte di minimizzazione di perdite dannose per il clima e massimizzazione degli standard di qualità offerti ai clienti serviti?

La risposta sta nello sviluppo di nuove tecnologie che correttamente implementate, consentono di aggiungere il giusto equilibrio tra queste esigenze.

Il progetto "Life Green Gas Network" ha lo scopo dimostrare l'applicabilità di un nuovo sistema di gestione e controllo per la regolazione dei livelli di pressione nelle reti di distribuzione del gas naturale. A tal fine il progetto prevede lo sviluppo, I' implementazione e test di un nuovo software per la gestione delle comunicazioni a distanza tra la rete e un centro di controllo: l'elaborazione dei dati in tempo reale permetterà cli ottimizzare in ogni singolo istante la pressione in ogni settore della rete.

Ci si aspetta che tale sistema consenta di ridurre di almeno il 3% le emissioni di gas serra dovute a perdite di gas dal sistema.

La successiva diffusione su larga scala del sistema sviluppato attraverso questo progetto porterà quindi un beneficio ambientale diffuso e concreto, senza pregiudizio alcuno per la qualità e sicurezza delle reti di distribuzione del gas metano.

QUALI SONO I RISULTATI ATTESI?

Riguardo agli obiettivi che il progetto si propone di raggiungere nell’ambito del nuovo sistema di controllo e di gestione della rete di distribuzione del gas naturale, una volta che il sistema sarà attivo e funzionante sono attesi i seguenti risultati (il numero del risultato corrisponde al numero dell’obiettivo):

1. Valori di pressione fuori dalle ore di punta, raggiunti quando il consumo è basso con il nuovo metodo di regolazione automatica della pressione, significativamente più bassi degli attuali valori costanti, sulle sezioni di rete coinvolte nella fase di test (comuni di Albiate e Cesate) di bassa (BP) e media pressione (MP) e per tutte le tipologie di tubazioni (acciaio o polietilene), come riportato sotto:

  • Albiate, MP, acciaio: 1 bar invece di 2 bar;
  • Albiate, MP, PE: 0,5 bar invece di 0,9 bar;
  • Albiate, MP, acciaio e PE: 20 mbar invece di 24 mbar;
  • Cesate, MP, acciaio e PE: 1.5 bar invece di 2.5 bar;
  • Cesate, BP, acciaio e PE: 25 mbar invece di 40 mbar

Con questi valori verrà ottenuta una riduzione di non meno del 3% nelle perdite fisiche di gas, e conseguentemente delle emissioni di GHG; l’ammontare totale del gas risparmiato nella porzione di rete oggetto di test sarà equivalente a 467 CO2 TEQ;

2. Riguardo ai livelli di servizio, l’obiettivo è di mantenere un livello di pressione che non sia mai meno di 18 mbar per tutti i punti di riconsegna della porzione di rete oggetto di test; per il bilanciamento della rete, l’obiettivo è di non registrare variazioni significative nella velocità e/o inversioni del flusso in nessuna delle tubazioni nella porzione di rete testata.

3. Il nuovo sistema deve garantire gli standard di sicurezza richiesti dalla legislazione ATEX, deve essere auto-alimentato senza connessioni alla rete elettrica dove questa non sia già presente e, in termini di performance, deve essere capace di consentire almeno un’operazione di modulazione della pressione su tutti i regolatori al minuto;

4. Le attività di disseminazione devono raggiungere i seguenti obiettivi: pubblicazione di articoli su 2 distinte pubblicazioni sul gas e partecipazione a 4 eventi (fiere e seminari) in Europa e in Italia, che raggiungano come minimo 2.000 persone.

MILESTONES

Milestone del progetto Numero di azione associata Scadenza Stato
a Riunione iniziale di progetto E1 30/09/14 Completato
b Progetto sito web D1 30/11/14 Completato
c Conclusione  modellazione della rete B1 31/05/15 Completato
d Termine dello sviluppo e del test dei dispositivi B2 31/08/15 Completato
e Termine dello sviluppo dei software B3 31/08/15 Completato
f Termine dei test B4 31/08/16 Posticipato
g Piano di comunicazione al termine del progetto E4 28/02/17  
h Termine delle misure sull'impatto ambientale C1 28/02/17  
i Termine del resoconto sull'impatto socio-economico C2 28/02/17  
j Resoconto di monitoraggio interno E2 28/02/17  
k Resoconto sul networking E3 28/02/17  
l Conferenza finale di progetto D1 28/02/17  

RILASCI

Descrizione del rilascio Numero di azione associata Scadenza Stato
a Piano di comunicazione D1 30/11/14 Completato in tempo
b Relazione su sito web pubblico D1 30/11/14 Completato in tempo
c Piano di gestione ed azione E1 31/12/14 Completato in tempo
d Dati storici (12 mesi) sulle operazioni delle reti gas B1 31/05/15 Completato il 31/12/2015
e Relazione sulla modellazione di rete B1 31/05/15 Completato il 31/12/2015
f Relazione sui prototipi di controllo e regolazione B2 31/08/15 Completato il 31/12/2015
g Relazione sui software di gestione e controllo della rete B3 31/08/15 Completato il 28/02/2016
h Relazione sul test finale B4 31/08/16 Posticipato
i Relazione sul calcolo della riduzione di emissioni B4 31/08/16 Posticipato
j Piano di comunicazione sulla fine del progetto E4 28/02/17  
k Relazione su conferenze e fiere D1 28/02/17  
l Relazioni conclusive su misurazione impatto ambientale C1 28/02/17  
m Relazioni conclusive su impatto socio-economico C2 28/02/17  
n Resoconto di monitoraggio interno E2 28/02/17  
o Layman report D1 28/02/17  
p Relazione sul networking E3 28/02/17  
q Pubblicazioni e newsletter specializzate D1 28/02/17